venerdì 11 gennaio 2013

Fwd: Piano regionale di sviluppo delle attività sulle Indicazioni nazionali per le scuole dell'infanzia e del primo ciclo 2012 e valutazione degli apprendimenti

Da: Delre Marco
Date: 11 gennaio 2013 14:38
Oggetto: Piano regionale di sviluppo delle attività sulle Indicazioni
nazionali per le scuole dell'infanzia e del primo ciclo 2012 e
valutazione degli apprendimenti

Ministero Istruzione Università e Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale
Ufficio II Risorse finanziarie. Ordinamenti scolastici. Politiche
formative e progetti europei. Diritto allo studio. Istruzione non
statale

MIUR.AOODRFR.REGISTRO_UFFICIALE.0000261.11-01-2013

Facendo riferimento agli incontri provinciali del mese di novembre
2012 sul tema in
oggetto, si segnala che sono pubblicati all'interno del sito:
www.percompetenzeprimociclofvg.eu,
il video dell'intervento dell'Ispettore Giancarlo Cerini e i documenti
prodotti nei gruppi di lavoro
nel corso del seminario del 27-28 settembre 2012.
Si tratta di materiali utili a supportare i percorsi di
ricerca-formazione sulle Indicazioni
nazionali per il curricolo 2012, avviati all'interno delle scuole
della regione e che potranno
contribuire al raggiungimento degli obiettivi, in materia di
valutazione degli apprendimenti nel
primo ciclo, che quest'Ufficio Scolastico Regionale persegue da alcuni anni:
a) sviluppare attività di formazione e di ricerca
sull'elaborazione/attuazione di curricoli ed
ambienti di apprendimento idonei allo sviluppo delle competenze degli allievi;
b) sviluppare le attività di ricerca didattica in continuità verticale
con particolare attenzione
all'anno di passaggio tra il primo e il secondo ciclo di istruzione;
c) arricchire progressivamente il sito
www.percompetenzeprimociclofvg.eu con l'acquisizione e
la diffusione della documentazione di esperienze didattiche coerenti
con le Indicazioni
Nazionali 2012;
d) sensibilizzare le istituzioni scolastiche sul modello condiviso di
valutazione degli
apprendimenti-autovalutazione d'istituto con l'individuazione delle
aree di miglioramento del
servizio a partire dalla lettura dei risultati delle rilevazioni
nazionali ed internazionali;
e) diffondere una metodologia idonee alla costruzione e all'uso
generalizzato di prove per
competenze;
f) promuovere azioni formative di accompagnamento di quanto descritto
ai precedenti punti a),
b) c) d) e).

ACCORDI DI RETE
Per il raggiungimento degli obiettivi sopra elencati, alla luce del
recente dimensionamento e
all'istituzione generalizzata degli istituti comprensivi, si rende
necessario l'aggiornamento
preliminare degli accordi e delle attività delle reti.
Le scuole confermeranno entro il mese di gennaio 2013 la costituzione
e la progettazione del
lavoro delle scuole delle reti funzionanti nell'anno scolastico
2011-2012 con una delle seguenti
modalità:
a) lettera formale di impegno per il rinnovo dell'accordo sottoscritta
dalle scuole aderenti;
b) copia dell'accordo di rete nel caso di modifica dell'accordo stesso.
Nell'accordo di rete verranno indicati gli obiettivi e le azioni che
le scuole partner intendonosviluppare nel corso dell'anno scolastico
2012-2013.L'invio di eventuali allegati all'Ufficio Scolastico
Regionale - Direzione Generale a cura delcapofila all'indirizzo:
alida.misso@istruzione.it.Ciascuna scuola può aderire ad una sola rete
territoriale che individua al suo interno un Istitutocapofila per il
coordinamento amministrativo-contabile delle azioni formative della
rete.CONTRIBUTI FINANZIARIA seguito della presentazione della
documentazione sopra elencata verrà erogata alla scuolacapofila della
rete una quota di 2000 € ca. (200 Euro ca. per scuola) per la
realizzazione delleattività condivise con le scuole partner:
formazione, ricerca-azione, produzioni di materiali. Ildirigente
scolastico della scuola capofila compilerà il rendiconto delle spese
sostenute oimpegnate entro il mese di settembre 2013.A titolo
informativo, si fa presente che rientrano nella tipologia di attività
finanziabili:1) ambienti di apprendimento idonei allo sviluppo delle
competenze;2) unità e percorsi per competenze comprese le attività di
formazione, gli strumenti per laprogettazione e valutazione (griglie,
registri etc..);3) esempi di letture dei dati delle rilevazioni degli
apprendimenti (Invalsi, Ocse etc..);4) esempi di prove esperte e di
prove per competenze.In funzione della complessità delle proposte
avanzate, l'Ufficio Scolastico Regionale saràimpegnato
nell'organizzazione e nella realizzazione delle seguenti azioni di
accompagnamento:1. coordinamento delle reti;2. promozione di seminari
regionali e/o provinciali per il supporto all'elaborazione dei
curricolia partire dalle Nuove Indicazioni 2012;3. supporto
all'organizzazione di interventi di tutoraggio e supporto, a cura di
docenti e dirigentiformatori che verranno attivati su richiesta al
referente regionale, dirigente scolastico AlidaMisso, all'interno dei
collegi docenti, dei dipartimenti disciplinari, dei gruppi di lavoro
attivatinelle singole istituzioni scolastiche per l'elaborazione del
curricolo e/o di ambienti diapprendimento per lo sviluppo delle
competenze;4. seminari e/o laboratori per la documentazione dei
materiali all'interno del sito www.percompetenzeprimociclofvg.eu che
verranno attivati solo su richiesta al referente regionale, dirigente
scolastico Alida Misso, da parte di reti di scuole o di gruppi di min.
20-25docenti.Si ringrazia per la collaborazione e si porgono i più
cordiali saluti. IL DIRETTORE GENERALE Daniela Beltrame