venerdì 30 novembre 2012

Fwd: Incontro con la rivista Animazione Sociale

Da: MAVIS TOFFOLETTO <TOFFOLETTO@comune.trieste.it>
Date: 29 novembre 2012 16:06
Oggetto: Incontro con la rivista Animazione Sociale

L*Emeroteca della Biblioteca Civica *Attilio Hortis* vi invita a partecipare all' Incontro con la rivista Animazione Sociale che si terrà
MARTEDI* 4  DICEMBRE 2012 ORE 18.30 ALL*EMEROTECA DELLA BIBLIOTECA CIVICA HORTIS IN PIAZZA HORTIS, 4

Martedì 4 dicembre iniziano gli incontri con direttori e collaboratoridi alcune riviste a disposizione degli utenti nell*Emeroteca della Biblioteca Civica Hortis.
Franco Santamaria della redazione di Animazione sociale, Paolo Taverna educatore del comune di Trieste, Lucio Strumendo già pubblico tutore dei minori della regione Veneto
Liviana Zacchettini della Comunità di San Martino al Campo
parleranno dell'inchiesta "Non è un Paese per bambini e adolescenti: Non è più tempo per lavorare separati" pubblicata nel numero in uscita della rivista, curata da Roberto
Camarlinghi, Francesco d'Angella, Maura Forni, Franco Santamaria.
Conclude la serata Franco Floris, direttore di Animazine Sociale.
Edita dal Gruppo Abele, insieme alla rivista Narcomafie collegata a Libera, Animazione Sociale è un punto di riferimento per chi si interessa di politiche sociali, sviluppo delle comunità locali, lavoro sociale ed educativo. In un tempo in cui scarseggiano le risorse, la rivista si offre come supplemento di pensiero nella ricerca di varchi possibili per un'azione che non privatizzi mai i problemi e nn abbandoni mai le persone.

Per informazioni: Emeroteca, Piazza Hortis 4, apertura da lunedì a venerdì  dalle 9 alle 22.45, sabato dalle 9 alle 19, domenica dalle 10 alle 13;  tel. 040-6758319,  posta: toffoletto@comune.trieste.it
Mavis Toffoletto Servizio Biblioteche Civiche Piazza Hortis 4 Trieste cell. 340 8530624 TOFFOLETTO@comune.trieste.it durante i fine settimana usare: mavist@live.it  ( mailto:mavist@live.it )
"C'è bisogno di un'altra cultura, per scoprire che metà delle nostre evidenze sono idiozie" Ala al-Aswani