lunedì 19 novembre 2012

Fwd: I: Anteprima èStoria 2013 - Banditi

Da: USP di Trieste <usp.ts@istruzione.it>
Date: 19 novembre 2012 16:15
Oggetto: I: Anteprima èStoria 2013 - Banditi

Da: USP di Gorizia
Inviato: lunedì 19 novembre 2012 15.45
Oggetto: Anteprima èStoria 2013 - Banditi

Anteprima èStoria 2013 Banditi
Teatro Comunale di Monfalconesabato 1 dicembre 2012
PROGRAMMA
Alle 17 - SalutoIntervengono Paola Benes (assessore alla Cultura, Promozione Territoriale e Commercio del Comune di Monfalcone),Adriano Ossola (presidente dell'Associazione Culturale èStoria), Silvia Altran (sindaco di Monfalcone)
Alle 17.15 - Testimoni della storia: giustizia e memoria nel caso di Luciano Rapotez
Intervengono Gloria Nemec, Alessandro Giadrossi, Luciano Rapotez
Interviene e coordina Roberto Covaz Nel 1955 Luciano Rapotez, operaio muggesano, comunista ed ex partigiano, fu arrestato con quattro compagni, accusato di un tripliceomicidio tuttora oscuro. Vittima di abusi giudiziari e torture a partire dall'arresto in questura, poi sottoposto a isolamento carcerario ea trenta mesi di detenzione, concluse il percorso processuale con una piena assoluzione.
Nella conversazione, una testimonianza del protagonista e una riflessione sulle mancanze della giustizia di Stato nel delicato contestodella Venezia Giulia del dopoguerra, tenendo presenti le prospettive umane, legali e storiografiche che hanno reso la vicenda un casoemblematico del rapporto tra giustizia e diritti.
Alle 18.30 - Dai banditi alle mafie: storia criminale d'Italia
Intervengono Nicola Tranfaglia, Enzo CiconteInterviene e coordina Gennaro Sangiuliano Lo sviluppo della storia d'Italia, dall'epoca degli Stati pre-unitari ai nostri giorni, procede parallelo all'evoluzione dei fenomenicriminosi. Ad essi lo Stato e le sue istituzioni hanno dedicato alternativamente momenti di frenetica attenzione e intensa lotta a fasi diopacità, sospetta connivenza e disinteresse.
Una conversazione sulla genesi e lo sviluppo della situazione che ancora oggi vede lo Stato non sempre sovrano anche all'interno deisuoi confini, con ampie zone nelle quali la legalità fatica ad essere riconosciuta e rispettata. L'analisi toccherà tempi e modalità dellemolte forme di contrapposizione alla legge, considerandone i protagonisti dai briganti ottocenteschi alla nascita e al consolidamentodei fenomeni mafiosi.
Alle 20 - Brindisi offerto da I Feudi di Romans – Azienda Agricola Lorenzon
Alle 20.45 - VITE BANDITE
Dai sovversivi di campagna ai partigiani. Storie di contadini alla macchia, di briganti e di banditi.Conferenza spettacolo di storia (anche) cantata.
Di Emilio Franzina (voce, canto e chitarra) con Mirco Maistro alla fisarmonica e Paolo Bressan ai fiati
L'ingresso ad Anteprima èStoria 2013 è libero e aperto a tutti; in virtù dell'accreditamento dell'iniziativa èStoria alla Direzione scolastica regionale, la partecipazione degliinsegnanti vale quale corso di aggiornamento.