martedì 24 gennaio 2012

Corso di formazione inerente il diabete - Trieste 18/02/2012

Il presente messaggio contiene degli allegati che non sono qui visibili.
I docenti interessati dell'Istituto Roli di Trieste possono richiederli inviando una email al:
tsic80700r@istruzione.it
citando titolo e data del messaggio.


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Congressi
Date: 24 gennaio 2012 17:20
Oggetto: Corso di formazione inerente il diabete - Trieste 18/02/2012

CORSO DI FORMAZIONE INERENTE IL DIABETE
Corso di Formazione Regionale per personale scolastico docente e non docente e per coloro che gestiscono i centri di aggregazione infantile e adolescenziale (ricreatori comunali e strutture simili, associazioni sportive ecc).
TRIESTE 18 FEBBRAIO 2012 AULA MAGNA dell'IRCCS Burlo Garofolo di Trieste

RAZIONALE
Il diabete tipo 1 in età pediatrica necessita della collaborazione di più figure professionali.
Una delle problematiche emergenti è il reinserimento del bambino affetto da questa malattia, nella scuola, dopo il ricovero.
E' necessario prendere gli opportuni contatti con il corpo insegnante e c'è la necessità di formare del personale nell'ambito della scuola per le situazioni di emergenza (vedi ipoglicemia grave) dove è necessaria la somministrazione di un salvavita (il glucagone).
A parte il semplice intervento di emergenza, l'insegnante, proprio per il fatto che ha in carico il paziente per più ore al giorno, può vigilare sulla corretta gestione della malattia nell'ambito scolastico, al momento della refezione scolastica, quando fa attività fisica. Può altresì verificare la corretta somministrazione di insulina, la corretta esecuzione delle glicemie ecc.
Per questo motivo è necessaria una formazione più completa che permetta di allargare la base di conoscenza sul diabete tipo 1. Questo è poco conosciuto in verità da chi non ha anche fare con questa patologia. Tutti conoscono il diabete tipo 2 pochi (gli addetti) il tipo 1 che è la punta dell'iceberg.
Quindi ecco la necessità di organizzare la formazione dl personale scolastico sul diabete tipo 1 nel corso di una giornata intera dalle 9 del mattino alle 18-19 della sera, in modo che sia più facile affrontare assieme le problematiche del paziente nell'ambito della scuola. Della necessità di un intervento educativo più esteso è d'esempio la partecipazione del ragazzo alle gite scolastiche di istruzione, cui deve partecipare ed in piena autonomia dalla famiglia, per non creare una prima occasione di diversità e di emarginazione dal gruppo dei compagni di scuola.
Importante oltre all'istruzione sulla gestione della malattia, anche l'intervento di un magistrato per spiegare gli obblighi di legge a chi ha in carico soggetti con patologie in comunità, compresi animatori di centri di aggregazione laici o no e preparatori atletici di società sportive, cui afferiscono i soggetti affetti da diabete tipo 1, che fanno parte del gruppo di persone da formare.
La scuola quindi deve organizzare un protocollo che descriva nei dettagli tutto quello che è necessario, che si deve fare e chi è formato per farlo quando c'è uno scolaro affetto da diabete tipo 1.
Dr. Giorgio Tonini

QUICKLINE Traduzioni & Congressi sas Via Santa Caterina da Siena, 3, 34122 TRIESTE Tel     +39 040 773737 Cell     +39 335 7773507 Fax     +39 040 7606590 Email congressi@quickline.it www.quickline.it