giovedì 1 dicembre 2011

Memorandum d’Intesa MIUR – Banca d’Italia - Progetto sperimentale di formazione economica e finanziaria per le scuole – a.s. 2011/2012

Il presente messaggio contiene degli allegati che non sono qui visibili.
I docenti interessati possono richiederli inviando una email al:
tsic80700r@istruzione.it
citando titolo e data del messaggio.


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Salvi Stanislao
Date: 30 novembre 2011 11:53
Oggetto: Memorandum d'Intesa MIUR – Banca d'Italia - Progetto sperimentale di formazione economica e finanziaria per le scuole – a.s. 2011/2012

(Rif. Circolare MIUR prot. AOODGSC n. 0008826 del 21 novembre 2011)
Tenuto conto della valenza didattica ed educativa dei programmi proposti e della significativa opportunità rappresentata dalla partecipazione all'iniziativa, le SS.LL. sono invitate ad assicurare un'ampia conoscenza da parte del personale docente del "Progetto sperimentale di formazione economica e finanziaria per le scuole – a.s. 2011/2012", promosso dal Direttore Generale della Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione del M.I.U.R. con la Circolare
prot. AOODGSC n. 0008826 del 21 novembre 2011 che, per una pronta evidenza, si allega in copia.

Nell'anno scolastico 2010/2011 è stata condotta la terza edizione del progetto sperimentale di formazione economico-finanziaria nelle scuole italiane, definito dal Memorandum d'Intesa con la Banca d'Italia, e che ha interessato un campione di scuole rappresentativo di tutto il paese.
Come noto, il progetto risponde alle raccomandazioni formulate nelle sedi internazionali sul tema dell'educazione finanziaria e si propone di inserire stabilmente la tematica dell'educazione finanziaria nei programmi scolastici utilizzando un approccio interdisciplinare. L'obiettivo è apportare, fin dalla scuola elementare, conoscenze finanziarie di base che consentano agli studenti di sviluppare le competenze e le abilità necessarie per la loro applicazione concreta. Per quantificare l'efficacia dell'attività formativa, agli studenti è somministrato un test, articolato su domande a risposta multipla, prima e dopo il modulo formativo; la variazione dei risultati corretti costituisce la misura di efficacia dell'iniziativa.
Rispetto alla precedente edizione, nell'anno scolastico 2010/2011, il livello di adesione al progetto ha visto un notevole ampliamento: hanno partecipato 774 classi (+69 per cento rispetto all'anno precedente) e oltre 15.000 studenti.